Nuove norme


La nuova normativa sui diritti degli azionisti (ovvero il D.Lgs 27/2010 che recepisce in italia la Direttiva Europea 27/36/CE) ed il Regolamento Consob del dicembre 2010,  fanno entrare le società quotate nel nuovo millennio:
  • i piccoli azionisti potranno partecipare a distanza alle assemblee dei soci per mezzo di internet
  • i soci possono delegare molto semplicemente un soggetto dandogli istruzioni di voto
  • si possono promuovere raccolte di deleghe, ad esempio per aggregare consenso in torno ad una proposta, con formalità ridotte
  • si potrà conoscere l'elenco di tutti gli azionisti di una società quotata (con alcune limitazioni e seguendo delle procedure)

Le novità dovranno essere implementate e rese effettive dalle varie società che però troppo spesso anziché cogliere l’opportunità di ampliare il consenso, preferiscono giocare sul sicuro ed introdurre esclusivamente quanto c'è di obbligatorio (e nel modo meno innovativo possibile).

Questo sito offre degli strumenti agli azionisti per far valere i prori diritti.

Attraverso il portale azionisti.org chi vuole proporsi come promotore di una raccolta deleghe per votare una lista di minoranza in CdA, proporre compensi “corretti” o raccogliere opinioni alternative, può farlo con estrema semplicità: unico obbligo la trasparenza e la volontà di dialogo.

Tutti possono diventare parte attiva, i piccoli soci come i fondi. Attraverso il portale si può aderire o avviare una raccolta deleghe: a favore del management o contro (a seconda dei casi), purché sia chiaro che tutti gli investitori condividono i rischi, e dovrebbero condividere i profitti (pro quota). Pertanto tutti hanno gli stessi diritti d’informazione, e questi non sono “pro quota”.



Comments